Sport

Onlus, Sport

PLAYGROUND DA RECORD, COUPONLUS DONA 5.450 EURO

Più di 3.000 persone alla serata finale dell’Isokinetic Playground Giardini Margherita che ha incoronato Kaffeina Koy’s come vincitrice sul campo. Quinto posto finale per Couponlus che ha confermato di essere la regina assoluta della solidarietà

Campioni di solidarietà, per il secondo anno consecutivo. Couponlus si congeda dalla 38° edizione del Playground Giardini Margherita griffato Isokinetic confermando la propria vocazione al sociale davanti a più di 3.000 persone accorse per il gran finale della competizione. 
Sul cemento più famoso d’Italia Kaffeina Koy’s e Belli Comodi Due Torri Fresk’o hanno dato spettacolo in una finale entusiasmante vinta dai primi 87-85, mentre Couponlus, quinta sul campo, ha avuto modo di stilare un bilancio senza precedenti.
Cinquemilaquattrocentocinquanta euro donati. E’ questa la somma complessiva devoluta in beneficenza nell’arco delle cinque gare disputate, moltiplicando per dieci il numero dei punti realizzati. E’ stato un percorso entusiasmante, che ha portato grandi campioni ad indossare la canotta di Couponlus. 
All’esordio vincente con il Centro Medico Attiva Ristorante Lambrusco, battuto 81-71, è sceso in campo il campione italo argentino Carlos Cabeza Delfino, contribuendo alla donazione di 810 euro ad InsuperabiliOnlus, realtà meritoria che realizza scuole calcio per ragazzi e ragazze disabili su tutto il territorio nazionale. Nella gara successiva, il clamoroso successo per 79-49 sui campioni in carica della Matteiplast, è stato il playmaker di Ravenna #TommasoMarino a mettersi in gioco e a beneficiare della donazione di 790 euro per la sua Slums Dunk Onlus, bellissimo progetto creato otto anni fa con l’altro campione di pallacanestro, l’argentino #BrunoCerella, e volto ad aprire scuole basket nelle baraccopoli africane per dare lavoro ai ragazzi come allenatori ed educatori e aiutare i bambini e gli adolescenti facendoli giocare e studiare. Nel terzo match la terza vittoria nel girone di qualificazione, il 106-92 su Zurich Insurance che è valso una donazione di ben 1060 euro a Fanep Onlus con la presenza in campo di Raffaella Masciadri, icona e leggenda del basket femminile, unica donna a competere con gli uomini durante il Torneo. 
In mezzo la grande serata della solidarietà organizzata da Couponlus, la #CharityNight, con l’Aperitivo #Derby tra lo chef fortitudino Fabio Berti e quello virtussino Vincenzo Vottero, aggiudicatosi la competizione grazie ai voti di più di mille persone che poi hanno assistito al Charity Game, la partita tra la selezione giornalisti e gli All Star Couponlus. Un team ricco di campioni di ieri (Giacomo Galanda#DavideLammaGiacomo Zatti, Maurizio “Riccio” Ragazzi) e di campionesse di oggi (le talentuose cestiste bolognesi Federica Nannucci F James Nannucci ed Elisabetta Tassinari), di dirigenti sportivi (Luca Corbelli), di personaggi del mondo dello spettacolo (Franz Campi), della politica (l’assessore allo sport del Comune di Bologna Matteo Lepore) e della comunicazione (Raffa Ferrarode “La Giornata Tipo” ed Emanuele Maccaferri della “Scuola di Tifo”) con la grande partecipazione degli atleti di Over Limits Max Fenzi e Stefano Maranesi ed un ospite speciale: il campione di salto in alto Gianmarco Tamberi 
Una parata di stelle che ha reso indimenticabile la serata, conclusasi con la vittoria per 81-57 degli All Star Couponlus e con la donazione di ben 2.000 euro all’#AssociazioneBibiMiscione
Poi l’avventura ai quarti di finale, le molte defezioni, l’infortunio a Tommaso Marino Queenie Yep nel momento chiave della gara e la sconfitta (79-83) con Jus Bologna Banca Ifigest che ha ugualmente prodotto una donazione di 790 euro a favore di OPIMM. Cinque gare, cinque donazioni, per un totale di 5.450 euro. E’ questo il successo più grande, frutto del lavoro di tanti. Da coach #Stefano alieri, premiato con una targa la sera finale del Torneo, ottimamente assistito durante la competizione da Gianfranco Lelli e sostituito in una occasione da Federico Grandi, a tutti i giocatori che hanno contribuito alla causa: oltre ai già citati campioni Delfino, Marino e Raffaella Masciadri, anche #SalvatoreGenoveseCarlo FumagalliFilippo GuerraAlessandro LongoniNicola BastoneNicolò BertoccoAndrea GrazianiMorara MarcoAlexio MusolesiEdoardo Maresca#DanieleCoccoLuca Brambilla ed il giovanissimo #JavanOpyio, quindicenne del Kenya aiutato da Slums Dunk a cui abbiamo regalato il sogno di esordire al Playground. 
Tutti sono stati fondamentali. Ad ognuno di loro va il nostro più profondo ringraziamento. L’appuntamento è per il prossimo anno. Per giocare, divertirci e donare sempre di più.

Damiano Montanari 
Ufficio Stampa e Comunicazione Couponlus

#Couponlus Torneo Giardini Margherita #Isokinetic

Onlus, Sport

Torneo Giardini Margherita, Couponlus chiude donando 790 euro

Sconfitta nei quarti di finale contro Jus Bologna Banca Ifigest (79-83). Pesano le numerose assenze per coach Salieri (Genovese, Longoni e Musolesi) e l’infortunio a Marino nel momento decisivo del match. Alla fine è comunque festa tra gli applausi del pubblico

Applausi a scena aperta, abbracci in campo, volti sorridenti e un assegno da 790 euro a favore di OPIMM. Non è proprio il quadro di una sconfitta. Perché in effetti quella in cui è incorsa ieri sera Couponlus è stata un’altra, bellissima vittoria. Per avere regalato un sogno al quindicenne keniano Javan Opyio, trasferitosi in Italia e tesserato dalla Novipiù Campus grazie all’operato dell’associazione Slums Dunks di Tommaso Marino e Bruno Cerella.
Per avere contribuito a sostenere l’attività di una Onlus meritoria come OPIMM, che ogni giorno lavora duro per garantire un presente e un futuro a ragazzi e ragazze con disabilità. E per avere conquistato la gente, per il suo modo di stare in campo e la sua missione nel sociale. 
Sul cemento del playground dei Giardini Margherita, in una gara che fino a poche ore prima della palla a due si sarebbe dovuta disputare indoor per la pioggia caduta sul campo, ha prevalso Jus Bologna Banca Ifigest 79-83, staccando il pass per le semifinali.
Partita condizionata dalle numerose assenze nelle file di Couponlus, che ha dovuto rinunciare a Genovese, a Longoni e a Musolesi. Avvio di gara positivo per la squadra di Salieri che ha schierato nello starting five il giovanissimo Opyio e che con un Morara reattivo e un Marino in grande spolvero ha chiuso avanti il primo quarto (23-21). Poi qualcosa in attacco si è inceppato, il canestro avversario si è fatto sempre più piccolo e Jus Bologna ne ha approfittato. Marchetti è rimasto un rebus irrisolto per troppo tempo, abbastanza ai ragazzi di Totta per volare sul +17 (35-52). Il colpo avrebbe spezzato le gambe a tanti ma non a Couponlus che si è riorganizzata in difesa e, spinta dalle iniziative di un combattivo Bastone, ha ridotto lo strappo (62-68 alla terza sirena). 
Nel quarto quarto è successo di tutto. Fumagalli, Maresca e Marino hanno dato il tutto per tutto e Bastone ha realizzato il canestro del pareggio. Si è lottato punto a punto, poi, sul +2 per Couponlus, a pochi giri di lancette dalla conclusione ecco l’episodio chiave con Marino, migliore dei suoi, costretto ad uscire per una distorsione alla caviglia. L’ennesima tegola che ha indirizzato in modo definitivo l’esito del match, chiuso in lunetta dall’ottimo Marchetti. 
A Jus Bologna l’accesso in semifinale. A Couponlus la soddisfazione di essere cresciuta ancora, di avere donato ad un’altra realtà meritoria come OPIMM e di avere conquistato il pubblico del torneo.

COUPONLUS – JUS BOLOGNA BANCA IFIGEST 79-83 (23-21, 40-54, 62-68)

COUPONLUS: Fumagalli 14, Bastone 20, Opyio, Brambilla 2, Guerra 2, Bertocco 2, Marino 19, Cocco 6, Graziani, Maresca 4, Morara 10. All.Salieri

JUS BOLOGNA BANCA IFIGEST: Ba, Cusenza 4, Marchetti 25, Migliorella, Giancarli 5, Lombardo G. 8, Tomasello 12, Bollini Trombetti 3, Lombardo A. 14, Magrini 8, Gentili 4. All.Totta.

Carlo Fumagalli Queenie Yep Nicola Bastone Andrea Graziani Filippo Guerra Luca Brambilla Edoardo Maresca #DanieleCocco Morara MarcoNicolò Bertocco #StefanoSalieri Damiano Montanari Nicola Turrini

Damiano Montanari 
Ufficio Stampa e Comunicazione Couponlus

Onlus, Sport

Impresa Couponlus: battuti i campioni di Matteiplast e donati 790 euro a Slums Dunk

Prestazione favolosa della squadra di Stefano Salieri. Questa sera alle 20,15 di nuovo in campo contro Zurich Insurance nell’ultima partita del girone di qualificazione. Nelle file di Couponlus giocherà anche la grande Raffaella Masciadri, icona del basket femminile

Sì, è tutto vero. Couponlus ha battuto i campioni della Matteiplast, dominatori indiscussi delle ultime due edizioni del Torneo Giardini Margherita. Lo ha fatto con uno scarto di addirittura 30 punti, 79-49, in una partita pensata e gestita alla perfezione da coach Stefano Salieri che ha confermato una volta di più di essere un grandissimo allenatore oltre che una persona dalle spiccate qualità umane.
Con i rinforzi dell’ultima ora Edoardo Maresca, Daniele Cocco, Andrea Graziani e Tommaso Marino, Couponlus ha iniziato con il piglio giusto. Doppio play in quintetto – Fumagalli e Guerra – con Bertocco, Bastone e Genovese a completare lo starting five. Contro avversari fisicamente più grossi e più forti, servivano intensità e aggressività e così è stato. Primi mini break (4-0) grazie ai canestri di Bastone e Guerra, poi sostanziale equilibrio fino al controbreak di Matteiplast che si porta sul 12-19: sarà il suo massimo vantaggio. Nel secondo periodo Salieri ha mischiato le carte trovando l’alchimia perfetta. Con un parziale di 20-2 Couponlus ha tramortito gli avversari, spinta dalle triple di Longoni, dalle iniziative di Maresca e dai canestri di Morara che sulla seconda sirena firma il +17 (46-29) per i suoi.
Matteiplast ha tentato il rientro nel terzo quarto aggrappandosi ad un ottimo Lazzaro senza però impensierire mai la difesa di Couponlus che nel quarto periodo è salito in cattedra. Con un gioco spumeggiante che diverte i protagonisti ed entusiasma il numeroso pubblico sugli spalti i ragazzi di Salieri hanno alzato il muro dietro (appena 6 punti concesso) e regalato spettacolo in attacco. Dal 63-49 è stato un lungo monologo di Couponlus che con Genovese, Fumagalli e Maresca ha toccato quotato 79 punti vincendo la gara con il più clamoroso degli scarti.
Un traguardo che è valso la donazione di 790 euro a Slums Dunk, il bellissimo progetto di Tommaso Marino che da otto anni, assieme all’altro campione di pallacanestro Bruno Cerella, apre scuole basket nelle baraccopoli africane per dare lavoro ai ragazzi come allenatori ed educatori e aiutare i bambini e gli adolescenti facendoli giocare e studiare.

Questa sera alle 20,15 Couponlus tornerà in campo per affrontare Zurich Insurance nell’ultima partita del girone di qualificazione.
Per l’occasione ritornerà, dopo la bella esperienza nella scorsa edizione del torneo, Raffaella Masciadri, 23 anni in A1 e 192 presenze con la Nazionale italiana, icona assoluta del movimento cestistico femminile.
Di recente si è ritirata dal basket giocato per dedicarsi alla carriera dirigenziale a Schio, ma per Couponlus si rimetterà canotta e pantaloncini per disputare, come unica donna, il Torneo dei Giardini Margherita.

COUPONLUS – MATTEIPLAST RISTORANTE ALICE 79-49 (18-20, 46-29, 56-43)

COUPONLUS: Fumagalli 9, Bastone 15, Longoni 9, Guerra 4, Bertocco 6, Marino 1, Genovese 8, Cocco 2, Musolesi 4, Graziani, Maresca 11, Morara 10. All.Salieri

MATTEIPLAST RISTORANTE ALICE: Brighi, Marinelli, Savio 1, Polverelli 2, Tugnoli 4, Seravalli 5, Fin 11, Lazzaro 20, Ceparano, Trentin 6, Cassanelli. All.Forni

#Couponlus Isokinetic

Damiano Montanari
Ufficio Stampa e Comunicazione Couponlus

Onlus, Sport

All Star Couponlus in trionfo: vittoria e 2.000 euro per l’Associazione Bibi Miscione

Grandissimo successo della Charity Night, la serata di beneficenza organizzata da Couponlus ai Giardini Margherita. Più di mille persone accorse. “Derby aperitivo” alla Virtus. Parate di stelle con il campione di salto in alto Tamberi, gli ex cestisti Galanda, Lamma, Zatti e Ragazzi ed il cantante Franz Campi. Ovazione per gli atleti di Over Limits Stefano Maranesi e Max Fenzi

Una festa fantastica che è già entrata di diritto nella storia del Playground dei Giardini Margherita. La #CharityNight, organizzata da #Couponlus e svoltasi giovedì sera attorno al “campetto” più famoso d’Italia, ha richiamato più di mille persone, accorse per partecipare ad un vero e proprio spettacolo. 
Inizio puntuale alle 19,30 con la sfida ai fornelli tra il cuoco virtussino Vincenzo Vottero e quello fortitudino Fabio Berti. Un’anticipazione culinaria di quella che sarà l’attesissima stracittadina cestistica di Basket City, di nuovo in programma in Serie A dopo dieci, lunghi anni. A premiare la Virtus nel “derby aperitivo” sono stati i partecipanti, deliziati nel palato dalle specialità preparate dai due cuochi professionisti ed invogliati ulteriormente a mangiare dalla finalità nobile della serata: aiutare l’#AssociazioneBibiMiscione, a cui è stata donata la bella somma di 2.000 euro. 
Poi il #CharityGame, la partita della solidarietà, vinta dagli All Star Couponlus sulla Selezione Giornalisti 81-57.


Autentica parata di stelle per la formazione allenata da Damiano Montanari, che ha potuto contare sull’ex lungo della Fortitudo e della Nazionale italiana Giacomo Galanda, sulle icone biancoblù Giacomo Zatti#DavideLamma, su Maurizio “Riccio” Ragazzi (ex Virtus Bologna, Virtus Roma e Treviso), sul cantante e showman Franz Campi, sulle talentuose giocatrici bolognesi F James Nannucci ed Elisabetta Tassinari, fresche di promozione in A1 con la Matteiplast, sull’assessore allo sport del Comune di Bologna Matteo Lepore, sull’ex cestista e dirigente Luca Corbelli, sul fondatore della Scuola di Tifo Emanuele Maccaferri, sul presidente della Federazione Enti Terzo Settore ConfCommercio Bologna Nicola Turrini, ma soprattutto sul campione di salto in alto Gianmarco Tamberi che ha confermato le sue eccezionali qualità cestistiche oltre che umane.
All Star Couponlus sotto dopo il primo quarto (15-16) in virtù dell’ottimo impatto sul match di Filippo Saccaro (presidente dell’Associazione Bibi Miscione) schierato da coach Simone Motola nella squadra dei giornalisti. Nel secondo periodo, accanto ad un monumentale Gek Galanda, capace di reggere da solo il peso dell’attacco degli All Star nel primo periodo, sono usciti l’inossidabile Franz Campi e Manuel Pluk Ino, riferimento offensivo che ha ottimizzato la maggiore attenzione difensiva della formazione di Couponlus. Ma è nel terzo quarto che Nicola Turrini e compagni hanno piazzato il break decisivo nonostante la verve di Raffa Ferraro, ideatore de La Giornata Tipo: 32-14 con i due numeri 9 Zatti e Lamma ad orchestrare il gruppo ed Elisabetta Tassinari a dare sfoggio del suo talento, anche se a conquistare la simpatia del pubblico, meritandosi una sentita standing ovation, sono stati gli atleti dei progetto “Over Limits” di Marco CalamaiStefano Maranesi e Max Fenzi, bravi a contribuire concretamente alla vittoria di Couponlus. 
Applausi a scena aperta per “Gimbo” Tamberi, che ha infiammato i presenti con schiacciate e giocate spettacolari su cui Federica Nannucci ha messo la ciliegina sulla torta con la tripla del definitivo 81-57. 
Davvero una serata indimenticabile in cui ha trionfato la voglia di Bologna di fare del bene riscoprendo una volta di più la sua profonda passione per la pallacanestro. 
Abbracci, selfie, sorrisi, mentre i riflettori si sono abbassati e a fare da guida si è accesa la luce della solidarietà.

ALL STAR COUPONLUS – SELEZIONE GIORNALISTI 81-57 (15-16, 31-25, 63-39)

ALL STAR COUPONLUS: Tassinari 6, Nannucci 3, Turrini, Lamma 4, Zatti 2, Campi 6, Ragazzi 2, Tamberi 13, Maranesi 4, Pluchino 13, Lepore, Fenzi 5, Teodosiu, Corbelli, Galanda 12, Maccaferri 11. All. D. Montanari.

SELEZIONE GIORNALISTI: Ferraro 6, Roila 4, Casa, Saccaro 20, Marozzi, Di Domizio 10, S. Montanari, Castagnoli 4, Petrillo, Minguzzi, Mossini 9, Poggi 4, Bonora. All. Motola.

Ufficio Stampa e Comunicazione Couponlus

Torneo Giardini Margherita Isokinetic

Sport

Couponlus, la prima vittoria è nella storia

Il successo all’esordio della 38° edizione del Torneo dei Giardini Margherita arriva nella sera in cui il campione italo argentino Carlos Delfino fa il suo debutto al Playground. Battuto 81-71 il Centro Medico Attiva Ristorante Lambrusco. Mvp Nicola Bastone 

Nicola Turrini e Carlos Delfino

Buona la prima. Per la storia, prima che per la classifica del girone di qualificazione. Couponlus esulta dopo quaranta minuti di spettacolo sul playground dei Giardini Margherita. La vittoria per 81-71 sul Centro Medico Attiva Ristorante Lambrusco è il primo acuto della formazione allenata da Stefano Salieri, fresco di promozione in A2 con Orzinuovi e del titolo come migliore allenatore del campionato di Serie B. Canotte e pantaloncini rossi per Couponlus, che sulla divisa ha stampato un cuore. Forte, saldo e pronto a volare oltre ogni ostacolo. Ma soprattutto a donare e ad aiutare chi è meno fortunato: saranno 810 gli euro donati a Insuperabili Onlus a fine serata, 10 per ogni punto segnato, come annunciato alla vigilia. 

La squadra Couponlus al completo

Ed è con il cuore, grande come il suo talento e come una carriera che ha non ha uguali tra i partecipanti alle 38 edizioni del torneo, che Carlos Delfino ha deciso di accettare l’invito di Couponlus e di aderire alla sua mission. Per essere presente ha anticipato il volo di ritorno da Ibiza dove era in vacanza con la famiglia. Questa sera è qui, con noi, per dare una mano, per regalare speranza.

Coach Salieri lo lancia in quintetto, Carlos ricambia con una schiaccata dopo la palla a due, poi è standing ovation per un campione che quest’anno ha contribuito a riportare la Fortitudo in Serie A dopo dieci lunghi anni, ma che in carriera ha giocato per nove stagioni in NBA (Detroit Pistons, Toronto Raptors, Milwaukee Bucks e Houston Rockets) e che con la Nazionale argentina ha vinto un oro (Atene 2004) ed un bronzo olimpico (Pechino 2008).

L’avvio di Couponlus è convincente. Break di 9-2 con la complicità di Genovese e Ambrosin. Poi la reazione dei ragazzi di Jack Bonora, in particolare di Santucci che dalla lunga distanza ha la mano bollente e assieme a Politi confeziona il controbreak che porta i suoi avanti di 2 alla prima sirena (22-24). Fumagalli regala ritmo, Guerra porta fosforo e Bertocco dimostra di avere punti nelle mani oltre che esplosività nelle gambe. Si gioca punto a punto, con Politi dominatore sotto le plance: all’intervallo il Centro Medico Attiva Ristorante Lambrusco è avanti (38-40).

Nel terzo quarto gira la partita. Couponlus stringe le maglie in difesa, Fumagalli mette il turbo, Ambrosin tira fuori i muscoli e le unghie, Bertocco, Bastone, Morara e Longoni spingono sull’acceleratore. La squadra di Salieri piazza un parziale di 27-11 che vale il 65-49 alla terza sirena. Il gap si dilata fino al +17 dopo il canestro di Bertocco (67-50), coach Bonora le prova tutte, lo svantaggio si riduce a otto lunghezze, ma Couponlus non si distrae e porta a casa il primo successo della sua storia. 

Riscritta in una notte di mezza estate, giocando con ardore, donando con il cuore.

Carlos Delfino e Damiano Montanari

Il tabellino della gara:

COUPONLUS – CENTRO MEDICO ATTIVA RISTORANTE LAMBRUSCO 81-71 (22-24, 38-40, 65-49)

COUPONLUS: Delfino 2, Fumagalli 15, Bastone 16, Longoni 9, Guerra 7, Bertocco 10, Genovese 10, Bianchi, Ambrosin 4, Morara 8. All.Salieri.

CENTRO MEDICO ATTIVA RISTORANTE LAMBRUSCO: De Leo Corona, Ussin, Perna, Santucci 19, Malfatti 16, Altavilla 6, Politi 20, Pulvirenti 2, Degli Esposti Castori 2, Bamania 6. All.Bonora.

Damiano Montanari

Ufficio Stampa e Comunicazione Couponlus

Sport

Tre Angeli e una palla

Da questa stagione sulla maglia dell’ASD Don Orione Bologna comparirà il logo dell’AEER per combattere lo stigma nei confronti dell’epilessia. Il responsabile Sanfilippo: “Ci siamo ispirati al Barcellona”

Lui, lei, l’altro. Tre Angeli e una palla. Nomen omen: mai come in questa storia la trama sembra essere ordita dalla Provvidenza, nel senso pù profondo del termine. Tutto comincia sotto la canicola pomeridiana di un giorno della scorsa estate, fuori dalla Chiesa di San Giuseppe Cottolengo. E’ lì che Angela incontra Sabino, che di secondo nome fa Angelo. Si parla di Basilio, il figlio di lei, che entrerà a far parte di una delle formazioni giovanili di calcio dell’ASD Don Orione Bologna, la società della parrocchia di cui Sabino Angelo è vicepresidente, e si parla di Angelo (Russo) – il terzo di questa storia, marito di Angela e neuropsichiatra infantile all’Ospedale Bellaria – e della sua attività.
Si scopre che i coniugi sono legati all’AEER, l’Associazione Epilessia Emilia Romagna, e che Sabino (che sia Angelo anche lui ormai lo abbiamo capito) voglia fare qualcosa per loro.
Lì nasce l’idea. Semplice, diretta, efficace. Perché non mettere il logo dell’AEER sul retro delle maglie della squadra di Basilio? Fatto. E perché non estenderla a tutte le dodici squadre di calcio (dai 6 ai 99 anni) e anche a quella mista di pallavolo dell’ASD Don Orione? Accordato.
Per la gioia del presidente dell’AEER, Tarcisio Levorato: “E’ la prima volta che leghiamo il nostro logo alla maglia di una società sportiva. Ci aiuterà ad utilizzare lo sport come strumento per combattere il pregiudizio e lo stigma che ancora esiste nei confronti di questa malattia”.
Perché aiutare non costa niente e, a volte, permette addirittura di realizzare i sogni fatti da bambino. L’importante è seguire il proprio cuore. “Ho voluto ispirarmi al Barcellona – racconta Sabino, di comprovata fede interista -. Loro sulla maglia hanno il logo di Unicef, noi quello dell’AEER”. Dallo scorso settembre, sulla schiena di circa 190 persone tra bambini, uomini e donne. Sì perché in questa bella storia c’è spazio anche per loro.
“La grande novità di quest’anno – rivela infatti Sanfilippo – è la nascita della squadra delle Ladies, che comprende mamme, sorelle, parenti, amiche di chi era già vicino alla nostra realtà. Per il momento si allenano una volta alla settimana, poi si vedrà”. Ah, tra loro c’è anche Angela. Mentre il marito Angelo gioca con (Sabino) Angelo nella squadra senior dell’ASD Don Orione. Lui, lei, l’altro. Ci sono tutti. Tre Angeli e una palla. Per un unico, bellissimo obiettivo.

Damiano Montanari
Ufficio Stampa e Comunicazione Couponlus

 

Onlus, Sport

Terranova Cup: il derby degli Insuperabili domani a Bologna

L’importante evento, volto a sensibilizzare l’opinione pubblica sui temi dell’inclusione sociale e della parità dei diritti e a promuovere l’attività della Onlus che permette ai ragazzi disabili di praticare il calcio, si svolgerà al Centro Sportivo Barca alle ore 11,30. L’allenatore di volley e commentatore televisivo Andrea Brogioni ed il campione di nuoto Marco Bomber Orsi testimonials

Il calcio come strumento di integrazione e di inclusione sociale. Ci sono muri che si abbattono semplicemente giocando. Quello dei pregiudizi nei confronti delle persone disabili desiderose di fare sport viene demolito quotidianamente dall’attività degli Insuperabili Onlus, realtà presente ormai da anni sul territorio nazionale, ma sorta a Bologna solo un anno fa.
La storia è da raccontare. Nel 2011 Francesco Musolesi, ragazzo affetto da una disabilità motoria, scrive una lettera carica di dolore e di speranza al quotidiano locale “Il Resto del Carlino”, che la pubblica. “Sono un ragazzo disabile, mi sento solo e voglio condividere tempo e passioni con amici sinceri”, si legge. A rispondere è Filippo Ballarini, allora studente universitario e oggi in prima linea nella gestione dell’Academy bolognese. I due si conoscono, iniziano a giocare insieme e ad allargare il giro di conoscenze di Francesco, fino a quando non incontrano Davide Leonardi, presidente degli Insuperabili Onlus. La realtà si occupa di promuovere sul territorio nazionale scuole calcio rivolte a ragazzi con disabilità cognitivo, relazionale, affettivo emotiva, comportamentale, fisica e motoria e annovera tra i propri testimonials alcuni grandi campioni di calcio come Buffon, Cannavaro, Chiellini, il Papu Gomez e l’allenatore Marcello Lippi. La passione è profonda, l’intento è comune. A ottobre 2017 nasce così la Insuperabili Reset Academy di Bologna, la prima scuola calcio per ragazzi con disabilità in Emilia Romagna e la tredicesima in tutta Italia.
Domani, domenica 28 ottobre, alle ore 11,30, ad un anno di distanza da quel momento, l’Academy bolognese festeggerà presso il Centro Sportivo Barca (via Raffaello Sanzio 8) il suo primo compleanno con un vero e proprio derby tra ragazzi Insuperabili: la sfida tra la Reset Academy di Bologna e quella di Torino, organizzata grazie al fondamentale contributo di Terranova.
<<Sarà una giornata importante per tutti – dichiara Musolesi – da vivere a sostegno dell’inclusione e del rispetto. Con questo evento non vogliamo limitarci a disputare una partita fra due fantastiche squadre in cui gareggiano bambini e ragazzi con disabilità diversissime fra loro, ma desideriamo mostrare al mondo che uno sport mediaticamente influente come quello del calcio, se utilizzato per fini educativi di crescita, di ricerca della positività e di accettazione del compagno e dell’avversario, può rappresentare un’occasione di riscatto per molti. Con gli Insuperabili la mia vita è cambiata in meglio>>.
Sulla stessa lunghezza d’onda anche Emanuele Pasini, responsabile comunicazione di Terranova: <<Il nostro brand ha una grande promessa: relagare un sorriso, un momento di allegria, positività e fiducia alle persone che incontriamo. Una t-shirt alla volta, per realizzare il sogno della Teddy. Incontrando l’Academy di Bologna, abbiamo visto che la promessa di Terranova si concretizza nei volti delle persone che vi fanno parte (volontari e ragazzi), perché con il loro spirito regalano un sorriso, un momento di allegria, positività e fiducia. L’Academy di Bologna è per Terranova un esempio di come si porssa vivere pienamente la vita>>.
A confermare il sostegno dello sport bolognese agli Insuperabili Onlus interverranno due testimonials d’eccezione: l’ex campione di pallavolo, allenatore e commentatore televisivo Andrea Brogioni ed il campione di nuoto Marco Orsi.

Per Insuperabili Reset Academy Bologna

Damiano Montanari
Ufficio Stampa e Comunicazione Couponlus

Eventi, Sport

Couponlus Game per Fanep: un successo su tutta linea

L’abbinamento del big match del campionato IBL di baseball tra Fortitudo e Rimini con l’Aperitivo del Sorriso di Fanep ha attirato più di quattrocento persone al Falchi in una serata indimenticabile

Per una sera hanno vinto tutti. Sul diamante ha trionfato la Fortitudo Baseball, battendo 2-1 Rimini nel big match del campionato IBL di baseball. Dietro ai fornelli delle cucine allestite fuori dal campo dello Stadio “Falchi” di Bologna, lo hanno fatto tutti e quattro gli ospiti speciali della serata, i partecipanti all’ultima edizione di MasterChef – Roberto Perugini, Michele Pirozzi, Marco Vandoni ed Alain Stratta – che si sono sfidati nel primo “Premio FanepChef”, vinto, per la cronaca, da Marco Vandoni. Ma soprattutto, ad ottenere il successo più importante, sono state tutte le oltre quattrocento persone che sono arrivate al Falchi per sostenere Fanep partecipando al 16° Aperitivo del Sorriso, uno dei principali appuntamenti organizzati dalla Onlus durante l’anno.

Il “Couponlus Game per Fanep”, nato con l’intenzione di unire il mondo delle Onlus con quello del baseball, della politica e dell’imprenditoria, è stato un successo su tutta linea.

Personaggi di spicco del mondo imprenditoriale e politico locale, atleti, tifosi e appassionati, ma anche tante famiglie e bambini: il pubblico che ha reso indimenticabile la serata è stato eterogeneo ed entusiasta.

Una vittoria su tutta la linea, quindi, resa possibile anche dal sostegno di  Cooperativa L’Operosa, Salumi Villani, Veneta Cucine, Di Pisa, Gelateria Carpigiani, Datalogic e COTABO, alla vicinanza della  Regione Emilia Romagna, del Comune di Bologna, di Ascom Confcommercio, della Coldiretti, dell’Associazione Panificatori di Bologna e provincia e della FIBS, la Federazione Italiana Baseball e Softball, che hanno patrocinato l’evento, e all’impegno dei media partner dell’evento, Nettuno TV, Radio Nettuno e Radio Bruno.

Il tutto a conferma di un lavoro di squadra che ha premiato la sinergia tra le parti, unite dal comune intento di sostenere Fanep.

“E’ questo lo spirito che anima l’attività di Couponlus – commenta l’ideatore del sistema Couponlus ed organizzatore dell’evento, Nicola Turrini – che è nata e si adopera quotidianamente per aiutare le Onlus. Il successo di questo evento premia il lavoro di squadra di tutte le componenti che hanno confermato la grande sensibilità della città di Bologna e non solo nei confronti di un tema imprescindibile come la solidarietà”.

Damiano Montanari

Ufficio Stampa Couponlus

Eventi, Sport

“Couponlus Game per Fanep”: domani al “Falchi” sarà spettacolo

Il mondo del baseball, delle Onlus, dei commercianti e della politica si incontreranno domani, venerdì 26 maggio, dalle 18,30 per un evento imperdibile. Ospiti speciali, quattro cuochi dell’ultima edizione di MasterChef

Ci siamo. Domani è il grande giorno, quello in cui andrà in scena il “Couponlus Game per Fanep”, l’importante evento che, per la prima volta, metterà in comunicazione le eccellenze del mondo del baseball, delle Onlus, dei commercianti e della politica.

L’appuntamento è, a partire dalle 18,30, allo Stadio “Gianni Falchi” di Bologna (Piazzale Atleti Azzurri d’Italia 1) dove saranno abbinati due appuntamenti di grande rilevanza: il match di cartello del campionato IBL di baseball tra i padroni di casa della Fortitudo Bologna e Rimini, la rivale che nelle ultime tre stagioni ha conteso lo scudetto alla formazione felsinea, e l’Aperitivo del Sorriso, uno dei principali momenti che Fanep Onlus organizza per reperire i fondi necessari alla sua attività di cura e di assistenza ai bambini e alle famiglie dei bambini affetti da patologie neuropsichiatriche.

L’iniziativa, che beneficia dei patrocini della Regione Emilia Romagna, del Comune di Bologna, di Ascom Confcommercio, della Coldiretti, dell’Associazione Panificatori di Bologna e provincia e della FIBS, la Federazione Italiana Baseball e Softball, inizierà alle 18,30 con l’Aperitivo del Sorriso all’esterno dello Stadio “Falchi” di Bologna, in un momento conviviale che sarà destinato a finanziare in toto l’attività di Fanep Onlus. Quindi, dalle 19, si accenderanno i riflettori sul primo “Premio FanepChef”, che coinvolgerà gli ospiti speciali della serata, quattro partecipanti all’ultima edizione di “MasterChef”.

Come dentro al celebre reality, i cuochi si sfideranno nella realizzazione di un piatto a tema che sarà poi valutato da una giuria ad hoc di cui farà parte anche un fortunato che sarà estratto a sorte tra i partecipanti.

Alle 20,30 lo spettacolo si sposterà all’interno dell’impianto con il match tra Fortitudo Bologna e Rimini che sarà trasmesso in diretta esclusiva su Radio Nettuno con collegamenti su Nettuno TV che trasmetterà in diretta il resto dell’evento (entrambi sono media partner del “Couponlus Game per Fanep” insieme a Radio Bruno che si occuperà dell’intrattenimento e dell’animazione musicale).

La “chicca” sarà il commento tecnico al match di Claudio Liverziani, icona del mondo del baseball che, dopo il suo ritiro, è stato recentemente inserito nello staff tecnico della Nazionale italiana.

Per poter partecipare al “Couponlus Game per Fanep” basterà effettuare una donazione minima di 15 euro o sul sito www.couponlus.it o alla biglietteria del “Falchi”.

Si ringraziano, per il sostegno dimostrato, Cooperativa L’Operosa, Salumi Villani, Veneta Cucine, Di Pisa, Gelateria Carpigiani, Datalogic e COTABO.

Damiano Montanari

Ufficio Stampa Couponlus

334/2995746

ufficiostampa@couponlus.it