Eventi

Eventi

Couponlus al fianco di Fondazione Dopo di Noi

Couponlus in prima fila alla grande serata al Circolo ARCI di San Lazzaro. Ben 140 persone alla cena As-Saggio della Fondazione Dopo di Noi Bologna onlus, un momento di convivialità e di condivisione in un clima gioioso e accogliente.
Tanti gli amici e i sostenitori della Onlus, ma i veri protagonisti sono i 45 ragazzi seguiti dalla Fondazione, cimentatisi in un riuscitissimo “TG Noi” per presentare, sotto forma di notizie, i tanti progetti sul tema del “Dopo di Noi”. Come in un vero e proprio telegiornale.

Spazio allora a molte proposte, tra cui il progetto #vadoalmuseo e la raccolta fondi per Casa San Donato, a beneficio degli adulti con disabilità gravi e ormai prossimi a perdere il sostegno dei genitori (tutte le informazioni sul sito www.dopodinoi.org).

Soddisfatto il Direttore Generale della Fondazione, Luca Marchi (nella foto con Nicola Turrini, fondatore di Couponlus): “E’ una serata stupenda, in compagnia di tantissime persone e amici, tutti uniti in un abbraccio per realizzare e implementare i progetti della Fondazione”.

Damiano Montanari
Ufficio Stampa e Comunicazione Couponlus

 

Eventi, Onlus

Bambino di 5 anni dona 45 centesimi all’oncologo che ha operato la madre

Nell’occasione saranno festeggiati i 50 anni del primo trapianto di rene aBologna e il superamento dei 2000 trapianti di rene

I risultati più importanti hanno un sapore diverso quando vengono condivisi. Con questo spirito l’ANTR – l’Associazione Nazionale Trapiantati di Rene – si riunirà domani, domenica 2 aprile, dalle 10 alle 13 al Centro Congressi Hotel Savoia, in via del Pilastro 2 a Bologna, nella Assemblea Generale del 2017.

Un momento di incontro, in cui analizzare il presente, guardare il futuro, ma anche assaporare il percorso svolto fin qui.

In tredici anni di attività presso il Padiglione 15 del Policlinico Sant’Orsola, l’ANTR ha fornito un supporto fondamentale ai trapiantati di rene e alle loro famiglie e ancora oggi fa tanto, anche nella prevenzione di una malattia subdola, difficile da diagnosticare in modo precoce.

Chi è riuscito a vincere tante battaglie, più forte delle difficoltà e dei momenti di grande fatica, avrà modo di condividere la sua esperienza, raccontando aneddoti, svelando retroscena, ma soprattutto condividendo le emozioni che rappresentano un patrimonio indelebile da custodire e da comunicare.

In questo contesto verranno festeggiati due traguardi particolarmente significativi: i 50 anni del primo trapianto di rene a Bologna, che avvenne nel 1967, ed il superamento dei 2000 trapianti di rene.

Sentire la testimonianza di chi ce l’ha fatta potrà essere di grande aiuto per chi sta combattendo. Con la certezza che stare insieme dona nuova forza, soprattutto nelle battaglie più difficili.

Damiano Montanari

Ufficio Stampa Couponlus

Eventi, Teatro

Completamente spettinato: pugni verdi contro il cancro

Mercoledì 14 marzo alle 21 al Teatro Il Celebrazioni lo spettacolo di Migone con incasso per Ageop a sostegno della campagna “Lottoanchio2018”

L’occhio nero, al panda, gliel’ha fatto lui. Poi ha indossato i pugni verdi per sostenere Ageop Ricerca Onlus, l’Associazione Genitori Ematologia Oncologia Pediatrica, nella campagna “Lottoanchio2018”. L’obiettivo è aiutare a garantire l’assistenza gratuita per un anno a tre bambini e famiglie che lottano contro il tumore. La quota di 30.000 euro è stata fissata. Couponlus cercherà di fare la sua parte offrendo uno spettacolo divertente ed estremamente attuale.

Mercoledì 14 marzo alle ore 21, presso il Teatro Il Celebrazioni, andrà in scena lo show “Completamente spettinato” di Paolo Migone.

Il comico, reso celebre dalle sue partecipazioni alle trasmissioni di successo “Zelig” e “Colorado”, porterà in scena uno dei temi che l’ha reso famoso: la difficoltà del rapporto tra uomo e donna.

E lo farà con la consueta vena dissacrante e quella vis comica tipica degli artisti toscani, tra battute ormai diventate cult – “L’Ikea nooo…” – ad altre pronte a sorprendere e a far divertire il pubblico.

Lo spettacolo è il quarto appuntamento della rassegna teatrale benefica “Risate di Cuore… con Couponlus”. L’intero ricavato della serata sarà devoluto ad Ageop per il progetto legato alla campagna “Lotto anch’io”. Migone ha deciso di fare la sua parte. E tu?

I biglietti sono acquistabili presso la biglietteria del Teatro Il Celebrazioni – previste riduzioni last minute e già attive quelle per abbonati di Bologna Calcio e Virtus Pallacanestro (15 euro a biglietto) – e presso i circuiti VivaTicket e TicketOne.

Damiano Montanari

Ufficio Stampa e Comunicazione Couponlus

Eventi, Inclusione

Decathlon apre alle persone con sindrome di Down

Siglato un protocollo d’intesa a livello nazionale tra il colosso francese e le associazioni Aipd e Agpd. Chi seguirà questa strada? Le reazioni di Opimm e Fondazione Dopo di Noi

La notizia è recente, la possibilità di svolta per la vita di molte persone altrimenti ai margini della società è concreta ed evidente. Decathlon apre apre i propri punti vendita a tirocini per le persone con sindrome di Down. Bologna, insieme a Roma e a Milano, erano state città pilota: in virtù del successo delle sperimentazioni effettuate nei punti vendita dei capoluoghi sopracitati, il colosso francese ha deciso di siglare un protocollo d’intesa a livello nazionale, impegnandosi formalmente, e ufficialmente, ad intraprendere un percorso finalizzato all’assunzione di una persona con sindrome di Down. Cofirmatari dell’accordo sono state l’Associazione Italiana Persone Down Onlus (Aipd) e l’Associazione Genitori e Persone con Sindrome di Down (Agpd Milano).

Il progetto prevede esperienze di tirocinio, per le persone aderenti alla categoria in oggetto, della durata di almeno sei mesi per un impegno massimo di venticinque ore alla settimana. Il tutto, chiaramente, con regolare indennità e tutte le tutele del caso. Se la valutazione finale sarà positiva, l’azienda procederà all’assunzione a tempo indeterminato della persona con sindrome di Down. Per tutelare i soggetti coinvolti, le due associazioni coinvolte collaboreranno in modo attivo e concreto a tutte le fasi di realizzazione del progetto, dalla selezione dei candidati alla formazione del personale, fino alla definizione delle formalità burocratiche e ad un servizio di tutoraggio per i tirocinanti. Entusiaste le reazioni di due associazioni bolognesi che, nella loro attività, si occupano anche di seguire persone con sindrome di Down. “Sarebbe auspicabile che altre aziende prendessero l’esempio di Decathlon – dichiara infatti  Cesira Berardi, Presidente della Fondazione Dopo di Noi Bologna -. Inserire persone con sindrome di Down all’interno di realtà aziendali, non solo è un gesto di solidarietà, ma anche simbolo di integrazione. Le persone con disabilità intellettiva possono infatti dare un contributo significativo in ambito lavorativo, ma crediamo anche all’intera comunità”. Sulla stessa lunghezza d’onda anche Maria Grazia Volta, Direttore Generale della Fondazione Opimm Onlus. “Questa notizia – afferma – lancia un segnale molto importante a tutte le aziende, dimostrando che l’inserimento lavorativo delle persone con disabilità può rappresentare un grande valore per le imprese, non solo in termini sociali, ma anche produttivi, se realizzato con un percorso di accompagnamento adeguato”. Decathlon ha fatto la sua scelta. Chi sarà il prossimo?

Damiano Montanari

Ufficio Stampa e Comunicazione Couponlus

Eventi

Dieci sorrisi all’ora

A parlare è Alessia Cuomo, responsabile del gruppo clown di FANEP che, per quattro giorni, ha vissuto un’esperienza indimenticabile a Tolentino

Un finto naso rosso e passa la paura. Quella vera, che non ha età e che, quando si mischia con la tristezza, forma un cocktail che “nuoce gravemente alla salute”, proprio come un pacchetto di sigarette.

Un finto naso rosso – avete presente quello dei clown? – può tuttavia regalare emozioni assolutamente autentiche. A chi lo indossa, come un Patch Adams del terzo millennio, e a chi, vedendolo, sorride. La chiave è tutta qui, nelle parole di Alessia Cuomo, responsabile del gruppo clown di FANEP che ha un “onorario” del tutto particolare: “Nessuno di noi percepisce soldi. La nostra tariffa è dieci sorrisi all’ora. Vi assicuro, valgono molto di più degli euro”.

Vi assicuro, è tutto vero. Si capisce dagli occhi, si avverte dalla voce di Alessia. Gonfia di emozione quando racconta l’esperienza indimenticabile vissuta per quattro giorni a Tolentino, che ancora porta le cicatrici del terremoto dello scorso anno.

Quale migliore lenitivo di un sorriso? “Erano mesi che cercavamo di visitare quelle zone – racconta Alessia – per cercare di portare un po’ di serenità. Grazie all’associazione Giovanni XXIII e al sostegno fondamentale di FANEP il nostro desiderio è stato esaudito da venerdì 11 a lunedì 14 agosto”. Quattro giorni da ricordare, in cui il gruppo di circa venti persone tra volontari e clown hanno incontrato chi, quotidianamente, lotta ancora con le conseguenze del sisma.

“Abbiamo festeggiato e ballato in piazza con i ragazzi, poi ci siamo spostati nelle case di riposo e nei container dove ancora vivono delle persone”.

La novità principale è stata “lavorare” per gli anziani. “Un’esperienza molto toccante. La maggior parte era ancora in gamba: purtroppo in molti sono costretti a vivere in casa di riposo pur essendo ancora autosufficienti, avendo perso la casa con il terremoto. Tutti hanno risposto positivamente alla novità, partecipando attivamente. In fondo alcuni anziani assomigliano un po’ ai bambini: hanno voglia di giocare e di divertirsi”. E di essere amati. “Alcuni si appoggiavano con la testa a noi, altri hanno chiamato “papà” un clown, tutti sono stati felici: la “clownterapia” funziona anche con gli anziani e con i disabili adulti. Il sorriso è la medicina più economica e più efficace”.

Figurarsi con i bambini. “Nei container ne abbiamo incontrati tanti. La storia di Modou ci ha commosso. Ha 7 anni e i suoi genitori, entrambi senegalesi, uscivano alla mattina presto per andare a lavorare come “vu cumprà”, lasciandolo da solo con gli altri bambini. Ci siamo affezionati. Modou ci aspettava per fare colazione e si divertiva molto a giocare con noi. Quando ci siamo salutati ci ha regalato una “poesia”, poche parole ma estremamente toccanti: “Lo so che voi andrete via, ma non ci dimenticate”. Altri ci hanno regalato le statuine che avrebbero dovuto vendere. Senza chiedere nulla in cambio”. Perché la tariffa è la stessa anche in trasferta: dieci sorrisi all’ora. Anche se, ad essere sinceri, a Tolentino c’è stato un piccolo “sovrapprezzo” di abbracci e di lacrime sincere, mentre, tra le righe, i più grandi infilavano un messaggio: “E’ passato un anno, la gente forse si è dimenticata del terremoto, ma noi siamo ancora qui”.

Provare per credere. Tornare per continuare a regalare un sogno. Ma soprattutto continuare a portare la “clownterapia” laddove tutto è cominciato.

“Ogni giovedì dalle 18,30 alle 20 saliamo nei reparti di Neuropsichiatria Infantile, di Chirurgia Pediatrica e di Chirurgia d’Urgenza all’Istituto Gozzadini. Ormai sono tanti anni che lo facciamo, ma non ci si abitua mai. I primi dieci minuti sono quelli più impattanti a livello emotivo. Poi ci guardiamo negli occhi e capiamo di essere una squadra. Da qui nasce la nostra forza, che poi cerchiamo di trasmettere ai bambini”. Senza distinzione di età, sesso, razza, religione.

Così si realizza la democrazia delle emozioni. Che è pura, concreta, umana. E “costa” solo dieci sorrisi all’ora.

Damiano Montanari

Ufficio Stampa e Comunicazione Couponlus

Eventi, Sport

Couponlus Game per Fanep: un successo su tutta linea

L’abbinamento del big match del campionato IBL di baseball tra Fortitudo e Rimini con l’Aperitivo del Sorriso di Fanep ha attirato più di quattrocento persone al Falchi in una serata indimenticabile

Per una sera hanno vinto tutti. Sul diamante ha trionfato la Fortitudo Baseball, battendo 2-1 Rimini nel big match del campionato IBL di baseball. Dietro ai fornelli delle cucine allestite fuori dal campo dello Stadio “Falchi” di Bologna, lo hanno fatto tutti e quattro gli ospiti speciali della serata, i partecipanti all’ultima edizione di MasterChef – Roberto Perugini, Michele Pirozzi, Marco Vandoni ed Alain Stratta – che si sono sfidati nel primo “Premio FanepChef”, vinto, per la cronaca, da Marco Vandoni. Ma soprattutto, ad ottenere il successo più importante, sono state tutte le oltre quattrocento persone che sono arrivate al Falchi per sostenere Fanep partecipando al 16° Aperitivo del Sorriso, uno dei principali appuntamenti organizzati dalla Onlus durante l’anno.

Il “Couponlus Game per Fanep”, nato con l’intenzione di unire il mondo delle Onlus con quello del baseball, della politica e dell’imprenditoria, è stato un successo su tutta linea.

Personaggi di spicco del mondo imprenditoriale e politico locale, atleti, tifosi e appassionati, ma anche tante famiglie e bambini: il pubblico che ha reso indimenticabile la serata è stato eterogeneo ed entusiasta.

Una vittoria su tutta la linea, quindi, resa possibile anche dal sostegno di  Cooperativa L’Operosa, Salumi Villani, Veneta Cucine, Di Pisa, Gelateria Carpigiani, Datalogic e COTABO, alla vicinanza della  Regione Emilia Romagna, del Comune di Bologna, di Ascom Confcommercio, della Coldiretti, dell’Associazione Panificatori di Bologna e provincia e della FIBS, la Federazione Italiana Baseball e Softball, che hanno patrocinato l’evento, e all’impegno dei media partner dell’evento, Nettuno TV, Radio Nettuno e Radio Bruno.

Il tutto a conferma di un lavoro di squadra che ha premiato la sinergia tra le parti, unite dal comune intento di sostenere Fanep.

“E’ questo lo spirito che anima l’attività di Couponlus – commenta l’ideatore del sistema Couponlus ed organizzatore dell’evento, Nicola Turrini – che è nata e si adopera quotidianamente per aiutare le Onlus. Il successo di questo evento premia il lavoro di squadra di tutte le componenti che hanno confermato la grande sensibilità della città di Bologna e non solo nei confronti di un tema imprescindibile come la solidarietà”.

Damiano Montanari

Ufficio Stampa Couponlus

Eventi, Sport

“Couponlus Game per Fanep”: domani al “Falchi” sarà spettacolo

Il mondo del baseball, delle Onlus, dei commercianti e della politica si incontreranno domani, venerdì 26 maggio, dalle 18,30 per un evento imperdibile. Ospiti speciali, quattro cuochi dell’ultima edizione di MasterChef

Ci siamo. Domani è il grande giorno, quello in cui andrà in scena il “Couponlus Game per Fanep”, l’importante evento che, per la prima volta, metterà in comunicazione le eccellenze del mondo del baseball, delle Onlus, dei commercianti e della politica.

L’appuntamento è, a partire dalle 18,30, allo Stadio “Gianni Falchi” di Bologna (Piazzale Atleti Azzurri d’Italia 1) dove saranno abbinati due appuntamenti di grande rilevanza: il match di cartello del campionato IBL di baseball tra i padroni di casa della Fortitudo Bologna e Rimini, la rivale che nelle ultime tre stagioni ha conteso lo scudetto alla formazione felsinea, e l’Aperitivo del Sorriso, uno dei principali momenti che Fanep Onlus organizza per reperire i fondi necessari alla sua attività di cura e di assistenza ai bambini e alle famiglie dei bambini affetti da patologie neuropsichiatriche.

L’iniziativa, che beneficia dei patrocini della Regione Emilia Romagna, del Comune di Bologna, di Ascom Confcommercio, della Coldiretti, dell’Associazione Panificatori di Bologna e provincia e della FIBS, la Federazione Italiana Baseball e Softball, inizierà alle 18,30 con l’Aperitivo del Sorriso all’esterno dello Stadio “Falchi” di Bologna, in un momento conviviale che sarà destinato a finanziare in toto l’attività di Fanep Onlus. Quindi, dalle 19, si accenderanno i riflettori sul primo “Premio FanepChef”, che coinvolgerà gli ospiti speciali della serata, quattro partecipanti all’ultima edizione di “MasterChef”.

Come dentro al celebre reality, i cuochi si sfideranno nella realizzazione di un piatto a tema che sarà poi valutato da una giuria ad hoc di cui farà parte anche un fortunato che sarà estratto a sorte tra i partecipanti.

Alle 20,30 lo spettacolo si sposterà all’interno dell’impianto con il match tra Fortitudo Bologna e Rimini che sarà trasmesso in diretta esclusiva su Radio Nettuno con collegamenti su Nettuno TV che trasmetterà in diretta il resto dell’evento (entrambi sono media partner del “Couponlus Game per Fanep” insieme a Radio Bruno che si occuperà dell’intrattenimento e dell’animazione musicale).

La “chicca” sarà il commento tecnico al match di Claudio Liverziani, icona del mondo del baseball che, dopo il suo ritiro, è stato recentemente inserito nello staff tecnico della Nazionale italiana.

Per poter partecipare al “Couponlus Game per Fanep” basterà effettuare una donazione minima di 15 euro o sul sito www.couponlus.it o alla biglietteria del “Falchi”.

Si ringraziano, per il sostegno dimostrato, Cooperativa L’Operosa, Salumi Villani, Veneta Cucine, Di Pisa, Gelateria Carpigiani, Datalogic e COTABO.

Damiano Montanari

Ufficio Stampa Couponlus

334/2995746

ufficiostampa@couponlus.it

Eventi

ANTR, domani, domenica 2 aprile, l’Assemblea Generale all’Hotel Savoia

Nell’occasione saranno festeggiati i 50 anni del primo trapianto di rene aBologna e il superamento dei 2000 trapianti di rene

I risultati più importanti hanno un sapore diverso quando vengono condivisi. Con questo spirito l’ANTR – l’Associazione Nazionale Trapiantati di Rene – si riunirà domani, domenica 2 aprile, dalle 10 alle 13 al Centro Congressi Hotel Savoia, in via del Pilastro 2 a Bologna, nella Assemblea Generale del 2017.

Un momento di incontro, in cui analizzare il presente, guardare il futuro, ma anche assaporare il percorso svolto fin qui.

In tredici anni di attività presso il Padiglione 15 del Policlinico Sant’Orsola, l’ANTR ha fornito un supporto fondamentale ai trapiantati di rene e alle loro famiglie e ancora oggi fa tanto, anche nella prevenzione di una malattia subdola, difficile da diagnosticare in modo precoce.

Chi è riuscito a vincere tante battaglie, più forte delle difficoltà e dei momenti di grande fatica, avrà modo di condividere la sua esperienza, raccontando aneddoti, svelando retroscena, ma soprattutto condividendo le emozioni che rappresentano un patrimonio indelebile da custodire e da comunicare.

In questo contesto verranno festeggiati due traguardi particolarmente significativi: i 50 anni del primo trapianto di rene a Bologna, che avvenne nel 1967, ed il superamento dei 2000 trapianti di rene.

Sentire la testimonianza di chi ce l’ha fatta potrà essere di grande aiuto per chi sta combattendo. Con la certezza che stare insieme dona nuova forza, soprattutto nelle battaglie più difficili.

Damiano Montanari

Ufficio Stampa Couponlus