Sconfitta nei quarti di finale contro Jus Bologna Banca Ifigest (79-83). Pesano le numerose assenze per coach Salieri (Genovese, Longoni e Musolesi) e l’infortunio a Marino nel momento decisivo del match. Alla fine è comunque festa tra gli applausi del pubblico

Applausi a scena aperta, abbracci in campo, volti sorridenti e un assegno da 790 euro a favore di OPIMM. Non è proprio il quadro di una sconfitta. Perché in effetti quella in cui è incorsa ieri sera Couponlus è stata un’altra, bellissima vittoria. Per avere regalato un sogno al quindicenne keniano Javan Opyio, trasferitosi in Italia e tesserato dalla Novipiù Campus grazie all’operato dell’associazione Slums Dunks di Tommaso Marino e Bruno Cerella.
Per avere contribuito a sostenere l’attività di una Onlus meritoria come OPIMM, che ogni giorno lavora duro per garantire un presente e un futuro a ragazzi e ragazze con disabilità. E per avere conquistato la gente, per il suo modo di stare in campo e la sua missione nel sociale. 
Sul cemento del playground dei Giardini Margherita, in una gara che fino a poche ore prima della palla a due si sarebbe dovuta disputare indoor per la pioggia caduta sul campo, ha prevalso Jus Bologna Banca Ifigest 79-83, staccando il pass per le semifinali.
Partita condizionata dalle numerose assenze nelle file di Couponlus, che ha dovuto rinunciare a Genovese, a Longoni e a Musolesi. Avvio di gara positivo per la squadra di Salieri che ha schierato nello starting five il giovanissimo Opyio e che con un Morara reattivo e un Marino in grande spolvero ha chiuso avanti il primo quarto (23-21). Poi qualcosa in attacco si è inceppato, il canestro avversario si è fatto sempre più piccolo e Jus Bologna ne ha approfittato. Marchetti è rimasto un rebus irrisolto per troppo tempo, abbastanza ai ragazzi di Totta per volare sul +17 (35-52). Il colpo avrebbe spezzato le gambe a tanti ma non a Couponlus che si è riorganizzata in difesa e, spinta dalle iniziative di un combattivo Bastone, ha ridotto lo strappo (62-68 alla terza sirena). 
Nel quarto quarto è successo di tutto. Fumagalli, Maresca e Marino hanno dato il tutto per tutto e Bastone ha realizzato il canestro del pareggio. Si è lottato punto a punto, poi, sul +2 per Couponlus, a pochi giri di lancette dalla conclusione ecco l’episodio chiave con Marino, migliore dei suoi, costretto ad uscire per una distorsione alla caviglia. L’ennesima tegola che ha indirizzato in modo definitivo l’esito del match, chiuso in lunetta dall’ottimo Marchetti. 
A Jus Bologna l’accesso in semifinale. A Couponlus la soddisfazione di essere cresciuta ancora, di avere donato ad un’altra realtà meritoria come OPIMM e di avere conquistato il pubblico del torneo.

COUPONLUS – JUS BOLOGNA BANCA IFIGEST 79-83 (23-21, 40-54, 62-68)

COUPONLUS: Fumagalli 14, Bastone 20, Opyio, Brambilla 2, Guerra 2, Bertocco 2, Marino 19, Cocco 6, Graziani, Maresca 4, Morara 10. All.Salieri

JUS BOLOGNA BANCA IFIGEST: Ba, Cusenza 4, Marchetti 25, Migliorella, Giancarli 5, Lombardo G. 8, Tomasello 12, Bollini Trombetti 3, Lombardo A. 14, Magrini 8, Gentili 4. All.Totta.

Carlo Fumagalli Queenie Yep Nicola Bastone Andrea Graziani Filippo Guerra Luca Brambilla Edoardo Maresca #DanieleCocco Morara MarcoNicolò Bertocco #StefanoSalieri Damiano Montanari Nicola Turrini

Damiano Montanari 
Ufficio Stampa e Comunicazione Couponlus