"Scintille” di solidarietà

29/09/2017

Venerdì 6 ottobre alle 18, presso la Cappella Farnese, Couponlus sarà accanto a Minerva in occasione del gran finale del concorso letterario ideato e organizzato dalla casa editrice bolognese
 
Certi sogni nascono all'alba, “quando parlano gli angeli”, quando le idee si incontrano, si sfiorano, si vogliono. E' un attimo, e nella bruma della mente si accendono. Come fuochi sotto la brace. Come “Scintille”, il riuscitissimo concorso letterario giovanile indetto dalla casa editrice bolognese Minerva e giunto ormai alla sua terza edizione.
Venerdì 6 ottobre alle 18, presso la Cappella Farnese a Palazzo d'Accursio (Bologna), andrà in scena il gran finale della kermesse nata dall'idea vincente del brillante editore Roberto Mugavero, che ricorda la genesi della sua “creatura”. 
“A volte mi sveglio all'alba con idee che spesso sono vincenti. E' in quel momento che, secondo la tradizione, ti parlano gli angeli. Una mattina di qualche anno fa mi sono alzato con la parola “Scintille” nella mente. Girava, ritornava, come se volesse trovare il suo sbocco naturale. 
Ogni mese ricevo mediamente tra i 150 e i 200 manoscritti, molti dei quali prodotti da dei giovani.
Quasi sempre inseguono un sogno, a volte nascondono un talento sorprendente. Per cercare un'occasione possono arrivare ad investire anche 5.000 euro. Lì è nata l'idea: valorizzare questi ragazzi, selezionando i migliori e premiandoli con quello che più desiderano: vedere la loro opera diventare un libro di carta”.
Il percorso, che per altri sarebbe stato in salita, non ha scoraggiato Mugavero, che nel tempo libero è un valente cicloamatore. “Sono stato al MIUR e alla Farnesina per coinvolgere sia le scuole superiori di secondo grado italiane, sia quelle all'estero: è stato un successo”. 
Tantissimi ragazzi e ragazze in rappresentanza di più di duecento istituti hanno colto l'occasione al volo, tirando fuori dal cassetto i propri manoscritti che sono stati valutati da una giuria di qualità.
Nella prima edizione del concorso ha trionfato Flora Saki Giordani, studentessa del Liceo “Laura Bassi” di Bologna con un'opera dal titolo molto esplicito - “Del perché gli studenti odiano la scuola” - davanti a tre autori che hanno condiviso il secondo post ex aequo: Noemi Zuccato dell'ISIS “B. Stringher” di Udine con “Scintille” e la coppia bolognese del liceo classico Minghetti, composta da Davide Lamandini e Filippo Paris, con il manoscritto “Rising”. Il premio come migliore opera per le scuole italiane all'estero è andato invece a Marta Palai dell'Ecole Europèenne Luxembourg II in Lussemburgo con “Compito per le vacanze”.
Tra una settimana l'attesa sarà doppia, dal momento che si concentreranno due “terzine” di finalisti.
A contendersi il primo premio (la pubblicazione di un libro cartaceo e di un ebook, mentre per il secondo e per il terzo classificato è previsto solo un ebook, oltre al contratto che permetterà di entrare a far parte, come autori, della collana “Scintille di Minerva”) della seconda edizione del concorso saranno Eleonora Viterbo del liceo classico “Platone” di Cassano delle Murge (Bari) con “Combatto da sola”, Eva Simonetti del liceo scientifico “Leonardo da Vinci” di Jesi (Ancona) con “Fili di pensieri”, ed Elizabeth Li del liceo scientifico “Corradino d'Ascanio” di Montesilvano (Pescara) con “Solo nei ricordi”.
Podio tutto femminile anche nella finale della terza edizione. In gara Maria Ponticiello del liceo scientifico linguistico “De Carlo” di Giugliano in Campania (Napoli) con “L’acqua che accese il fuoco", Chiara Rovere dell'ISIS “Caterina Percoto” di Udine con “Milk” e Martina Basile del liceo classico “Federico Quercia” di Marcianise (Caserta) con “Di quando gli uccelli non cantavano più”.
Il tutto accompagnato dal talento – sempre giovanile, ma, in questo caso, musicale – dell'Orchestra Senzaspine.
Condurranno l'attore Giorgio Comaschi e la giornalista del GR2 Maurelia Carafa, mentre la giuria d'autorità sarà composta dagli scrittori Francesco Vidotto (presidente), Giacomo Battara, Manuela Racci e Roberto Riccardi (che è anche colonnello dei Carabinieri), dal poeta Lorenzo Cioce, dal direttore regionale della Rai Emilia Romagna Fabrizio Binacchi, dal presidente Eurispes Gian Maria Fara, dal giornalista Giuseppe Gallizzi, dal presidente del Centro per il libro e la lettura Romano Montroni e dalla psicologa e presidente Eurodap Paola Vinciguerra. Tra gli ospiti d'eccezione Alberto Vacchi, presidente Confindustria Emilia, e Lorenzo Vargas, giovane scrittore finalista al talent di Rai Tre “Masterpiece”. 
In questo contesto Roberto Mugavero sottolineerà, e già sottolinea una volta di più, il legame con Couponlus, il primo marketplace donativo a favore delle Onlus – www.couponlus.it -, una realtà che, unendo i concetti di crowdfunding e di fundraising, è in prima linea nella promozione e nel sostegno dell'attività degli enti del terzo settore. “Ho sempre creduto che i libri possano essere utili anche per fare del bene agli altri. Non solo perchè leggere nutre la mente, ma anche perché acquistandoli – in questo caso su www.couponlus.it – è possibile aiutare concretamente le Onlus che aderiscono al progetto Couponlus e che ogni giorno si impegnano per rendere migliore la vita di chi è meno fortunato di noi”. 
Tra i libri di Minerva acquistabili prossimamente su www.couponlus.it ci saranno anche quelli dei finalisti del concorso letterario giovanile della casa editrice bolognese.
“Esistono ancora molti ragazzi che amano leggere – chiosa Mugavero -, scrivere romanzi e sognare”. Valorizzando le idee che nascono all'alba. Pronte a fare “Scintille”.
 
Damiano Montanari

Ufficio Stampa e Comunicazione Couponlus