Fanep, un compleanno troppo...FICO!

01/02/2018

Sabato 27 gennaio, presso la sala congressi, allestita per l'occasione a salone di ricevimento, di Fico Eataly World, si è tenuta la cena di gala per festeggiare i 35 anni della Onlus bolognese
 
Una serata da incorniciare per un compleanno da ricordare. Trentacinque anni compiuti lo scorso venerdì 26 gennaio per la Fanep, onlus bolognese che ha celebrato la speciale ricorrenza il giorno stesso, con il convegno “Giorno dopo giorno la fatica di vivere con la disabilità”, presso il padiglione 13 dell'Ospedale Sant'Orsola di Bologna, e che la sera seguente, presso FICO Eataly World, ha festeggiato l'importante traguardo raggiunto con una cena di gala.
Due giorni speciali, in cui sono state toccate le corde dell'emozione, confermando il grande lavoro svolto e soprattutto quell'umanità che, da sempre, contraddistingue Fanep. Commozione, venerdì 26 gennaio, per le testimonianze della famiglia Bellagamba – al cui figlio Tommaso, venuto a mancare lo scorso dicembre, è stata intitolata una stanza di degenza del reparto – e di Antonio Lannutti, consigliere dell'associazione, la cui figlia, anni fa, fu sconfitta dall'anoressia. Con un ricordo speciale a Daniela Pedrazzi, tecnico di neurofisiopatologia a cui stato dedicato il laboratorio di poligrafia. 
Momenti intimi che hanno poi lasciato il posto, il giorno dopo, alla grande festa tenutasi presso FICO Eataly World.
Serata condotta da Alessia Consolini, finalista all'ultima edizione di “Miss Mondo”, con tanti personaggi presenti, dal campione di scherma Gigi Samele, che ha donato alla Fanep la sciabola – poi battuta all'asta - con cui conquistò la medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Londra, ai testimonial Andrea Mingardi e Paolo Mengoli, che hanno intonato il bellissimo inno - “C'è chi Fanep” - composto per l'occasione. 
Il tutto in un'atmosfera conviviale in cui sono stati festeggiati anche alcuni dei grandi protagonisti della storia della FANEP. E' il caso degli ex presidenti Francesco Mauro e Antonio Ucci ed in particolare del professor Emilio Franzoni e della Maestra Beppa, la mitica Befanep: a loro il presidente dell'associazione, Valentino Di Pisa, ha voluto consegnare due targhe per l'apporto fondamentale dato in tanti anni di attività. 
Per la Fanep è stato il momento di ricevere regali particolari da alcuni dei suoi sostenitori: 5.000 euro da Coldiretti e ben 6.000 euro da Couponlus, che ha donato l'intero ricavato dello spettacolo di Giacobazzi e Pizzocchi – inserito all'interno della rassegna teatrale benefica “Risate di Cuore con Couponlus” - confermando il suo ruolo da protagonista nella promozione dell'attività e nella raccolta fondi delle Onlus aderenti al progetto.
“Per noi – ha dichiarato Nicola Turrini, ideatore di Couponlus – è un grande onore e un grande piacere essere qui stasera per festeggiare, insieme alla Fanep, i suoi trentacinque anni. I risultati raggiunti sono importanti. Ora siamo qui per costruire un futuro ancora migliore. Couponlus è e sarà sempre accanto all'associazione e a tutte le Onlus che aderiscono e aderiranno al nostro progetto”. 
Emozioni tinte di rossoblù al momento dell'asta delle maglie autografate dei giocatori del Bologna FC Destro, Palacio, Masina e Verdi, viatico per la torta tagliata dal presidente Di Pisa e dal professor Franzoni e per la grande lotteria conclusiva. 
Una serata di stelle, con il mondo dello sport, della politica – presenti il vice sindaco del Comune di Bologna, Marilena Pillati, e Pier Ferdinando Casini – e dell'imprenditoria – tra i tavoli il presidente di ASCOM ConfCommercio Bologna, Enrico Postacchini – uniti per festeggiare la Fanep.
Che ha trentacinque anni di storia. Celebrati in un compleanno davvero... FICO!
 
Damiano Montanari 
Ufficio Stampa e Comunicazione Couponlus